Commodore 64: un tuffo nel passato

Rubrica del giovedi: MISCELLANEA

Tra i protagonisti della mia adolescenza, spicca un oggetto Cult, desiderio di ogni bambino ed adoloscente di quei tempi: il mitico COMMODORE 64.

Il riproduttore di cassette del Commodore 64 (Photo by: Toni Saarikko)
Il riproduttore di cassette del Commodore 64 (Photo by: Toni Saarikko)

Considerando la velocità dei processori dei computer di ultima generazione, fa davvero sorridire ricordare quanto tempo si spendeva per poter caricare un solo gioco con il Commodore 64: infila la cassetta, avvolgi il nastro fino all'inizio, azzera il contatore, trova uno degli innumerevoli foglietti con su scritto il numero del contatore a cui corrisponde l'inizio del gioco prescelto, poi 

READY

LOAD

PRESS PLAY ON TAPE

ed ecco che partiva quel suono indimenticabile quando caricava il gioco.

Ore passate a giocare con i miei fratelli o in solitaria, a giochi indimenticabili come Track & Field, Commando, Pac Man, Karate Kid e la lista potrebbe essere infinita.

Se solo penso al numero di Joystick che abbiamo rotto per giocare a Track & Field!

Per me l'era del Commodore 64 finì quando il nostro coniglietto domestico, di nome Cicciolina (si lo so, la colpa non fu mia, fu mio fratello Matteo a scegliere il nome), cominciò a mangiare e distruggere tutti i nastri delle cassete con i giochi, oltre naturalmente a rosicchiare i piedi dei mobili in legno, con grandissima gioia di mia mamma. Commodore 64 sequestrato (e comunque inutile senza cassette con i giochi), noi in castigo per colpa del coniglietto, il coniglietto in castigo per i danni fatti.

Se siete appassionati di Commodore 64 o volete avere piu informazioni a riguardo, visitate il sito Ready64, portale italiano totalmente dedicato al mitico Commodore 64.

Scrivi commento

Commenti: 0