KECAK, la danza balinese senza strumenti

Il Kecak è una forma di danza balinese che prende origine da un rituale pre induista usato contro la peste, e riadattato negli anni '30 dal ballerino balinese Wayan Limbak e dal pittore tedesco Walter Spies in forma di dramma musicale per diffonderlo ad un pubblico straniero.

Il Kecak è interpretato prevalentemente da  uomini, dai 50 a 150 elementi, che usano la voce come strumento musicale d'accompagno alla danza, producendo il caratterisctico suono "CIAK, CIAK, CIAK ..." mentre alzano contemporaneamente le braccia agitando i palmi della mano. Gli uomini sono disposti a cerchio, seduti o in piedi, a torso nudo e con indosso solo un panno a scacchi bianco e nero che circonda la vita ed un fiore rosso sull'orecchio.  

 

Durante lo spettacolo nel cerchio umano entrano ballerini che accompagnano il canto, vestiti da scimmia o con abiti colorati e sgargianti.Il dramma musicale narra la storia del rapimento di Dewi Sinta, moglie di Rama, da parte del Re di Lanka Ravana. I ballerini che entrano nel cerchio, raccontano danzando di come Rama abbia combattuto per liberare sua moglie Dewi Sinta dalle grinfie di Ravana. La lotta di Rama è assistita da Hanuman (la scimmia bianca) e Sugriwa.

Quasi al termine dello spettacolo uno dei ballerini balla nella brace del fuoco, tanto che il Kecak è conosciuto anche come Fire Dance.

Il Kecak è diventato uno spettacolo piuttosto turistico, ma daltronde è stato "creato" proprio per questo motivo.

I posti migliori a Bali in cui assistere ad un Kecak sono al tempio Di Uluwatu e al Pura Dalem ad Ubud.

Scrivi commento

Commenti: 0